Segheria di legno ‘The Crowned Poelenburg


Segheria per legno L'Incoronata Poelenburg

L’intero “paltrokmill” scorre su un anello di rulli; un tempo esistevano 200 di questi mulini…

La segheria di legno ‘De Gekroonde Poelenburg’ si distingue per il suo colore verde chiaro e la sua forma anomala. A causa della sua silhouette insolita, questo tipo di mulino è chiamato “paltrok”, dal nome del mantello senza maniche per uomini che un tempo veniva indossato comunemente. Una segheria paltrok ha un piano di lavoro aperto su tre lati, il che rende facile vedere le finestre della sega dipinte in modo evidente con avvertimenti come “Attenzione”, “Guarda” e “Colpisci cosa”. Quando si “naviga”, ovvero si gira il mulino in direzione del vento, l’intero mulino viene fatto ruotare su un anello di rulli di pietra. Il mulino a palette ha avuto un grande successo: un tempo ne esistevano centinaia nella regione, ma ora ne rimangono solo due nella regione di Zaan e tre nel resto dei Paesi Bassi.

Da notare anche il “broker” sul retro del mulino, sul colmo del tetto. Questo broker non era solo un ornamento, ma aveva una funzione: se il mulino non era correttamente “al vento”, il vento avrebbe iniziato a fischiare attraverso le fessure intagliate nelle sculture, avvisando il mugnaio. Al Museo del Mulino, più avanti lungo l’argine, è possibile ammirare da vicino uno di questi broker.

Segheria per legno L'Incoronata Poelenburg

La storia

De Gekroonde Poelenburg” fu fondato a Koog aan de Zaan nel 1866 per sostituire un altro mulino che dovette fare spazio alla costruzione della linea ferroviaria Amsterdam-Alkmaar. Ciò avvenne, non a caso, 100 anni dopo l’invenzione della macchina a vapore; fu quindi l’ultimo mulino a paltro costruito nella regione di Zaan. Nel 1963, la segheria si trasferì a Zaanse Schans per far posto a un nuovo complesso residenziale, tuttora chiamato “Poelenburg”. Inizialmente il mulino era stato dipinto interamente di nero, ma nel 2004 è iniziato un accurato restauro che ha ricostruito l’esterno con tavole e dipinto con il suo colore verde originale. In quell’occasione fu anche ripristinata la pesa a gradini (la parete di assi parzialmente sovrapposte) del corpo del mulino.

Ricostruzione della misera segheria ‘De Gekroonde Poelenburg’ nel 1963 sullo Zaanse Schans; in precedenza qui sorgeva la segheria ‘De Grootvorst’, che andò completamente a fuoco nel 1928.

Monumento nazionale del 1866 circa
Reintegrazione 1963
(ex De Gouw, Zaandam)